John Fante Festival 2016
Con un lungo abbraccio a Dan Fante, il figlio poeta di John al quale era dedicata questa XI edizione, si è concluso il John Fante Festival “Il dio di mio padre” 2016.
Anche quest’anno Torricella Peligna, dal 19 al 21 agosto, è diventata per tre giorni capitale della cultura e della letteratura “fantiana”, teatro esclusivo di presentazioni, conferenze, letture e concerti con ospiti internazionali.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Il Festival, inaugurato dalla direttrice artistica Giovanna Di Lello e dal sindaco di Torricella Peligna Tiziano Teti, si è aperto con uno speciale e sentito omaggio a Dan Fante, venuto a mancare lo scorso autunno.
Il poeta americano è stato ricordato con il  video “Dan Fante” di Massimiliano Brutti, con il reading dell’attore Domenico Galasso e un commosso intervento della sorella Victoria Fante Cohen.
John Fante Festival 2016John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Tra i momenti salienti della mattinata, la presentazione delle mostre del Festival (Tania Chiappini e Fabio Pop Gismondi e quella di Massimo Carulli) e quella in anteprima dell’antologia “Il dio di mio padre” con la partecipazione di Mario Cimini (giurato e docente dell’Università G,D’Annunzio) e dei finalisti del concorso “Racconti Inediti” delle edizioni 2013 e 2015.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Nel pomeriggio la consegna dei premi del concorso “Bravo Burro”, poi il palcoscenico è stato tutto per i tre finalisti del Premio Letterario John Fante Opera Prima 2016 (Marco Peano, Gesuino Némus e Simona Garbarini) con la proclamazione del vincitore di questa XI edizione ovvero Gesuino Némus con “La teologia del cinghiale”. La cerimonia di premiazione è stata condotta dal giornalista Rai, Carlo Paris e da Giovanna Di Lello. Hanno premiato Gesuino Némus, Victoria Fante Cohen e il sindaco Tiziano Teti.
_2AA7698
John Fante Festival 2016
Nella serata di scena il reading del diario inedito della moglie di John Fante, Joyce, con Victoria Fante Cohen e l’attrice Chiara Tessiore.
John Fante Festival 2016
A seguire la proiezione in anteprima nazionale del film “Chiedi alla polvere (Prologue to Ask the Dust)” di Giovanni Guidelli e Leonardo Moggi.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Conclusione della prima giornata del Festival con la lettura di alcuni brani de “La confraternita dell’uva” con Franco Vaccaneo, Chiara Tessiore e Luca Occelli (in collaborazione con la Fondazione Cesare Pavese), e brindisi finale con il vino della Cantina Masciarelli.
John Fante Festival 2016John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
La seconda giornata è cominciata nel segno del fumetto con un interessante incontro incentrato sulla graphic novel “Fante Bukowski” di Noah Van Sciver e il saggio su Andrea Pazienza “Il mio nome è Pentothal” del giornalista Luigi Di Fonzo, con lo scrittore Enzo Verrengia e l’autore fumettista Mario Milano.
John Fante Festival 2016
Gli appuntamenti del pomeriggio si sono tenuti in Piazza Unità d’Italia, con la presentazione del libro “Giallo Banana”, in compagnia di Alessio Romano e degli autori Costanza Durante e Giovanni Di Giamberardino.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
A seguire l’atteso Ryan Gattis, con il romanzo “Giorni di fuoco”, insieme a Marco Vichi, Victoria Fante Cohen e Gianmarco D’Agostino che ha letto alcuni passaggi del libro.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Un incontro dedicato ai nuovi flussi migratori, invece, quello con il giornalista Riccardo Iacona, intervistato dal giornalista Luca Prosperi.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Gran chiusura della giornata con il reading “Joyce’s Memoirs” di Victoria Fante Cohen e Chiara Tessiore e con il concerto, in collaborazione con lo Sponz Fest, della Banda della Posta.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
L’ultima giornata del Festival si è aperta con la “passeggiata fantiana” nel borgo di Torricella Peligna, e poi di nuovo in Mediateca, con due momenti legati all’emigrazione: il primo focalizzato sul ruolo delle donne nella storia dei movimenti migratori nella prima metà del Novecento, con Maria Rosaria La Morgia e Eide Spedicato Iengo, il secondo su Marcinelle (a cura della Fondazione Luciano Russi), con Fabrizio Masciangioli e Toni Ricciardi, autore del libro “Marcinelle 1956. Quando la vita valeva meno del carbone”.

Nel pomeriggio la lettura del romanzo per ragazzi di John Fante “Bravo Burro” con i giovani partecipanti al workshop organizzato dall’associazione Il Giglio di Maja.
John Fante Festival 2016
A seguire la presentazione del progetto di BookCrossing dedicato a John Fante dell’Università degli Studi di Teramo con il rettore Luciano D’Amico e con l’artista Tanino Liberatore, autore dell’illustrazione di John Fante per il Festival.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Tra gli appuntamenti del pomeriggio: il reading con Gianmarco D’Agostino dell’introduzione di Marco Vichi all’antologia “John Fante. Fuori dalla polvere”, l’incontro con Giordano Meacci, finalista al Premio Strega 2016 e autore de “Il Cinghiale che uccise Liberty Valance”, condotto dal critico letterario Francesco Durante, e l’intervista della giornalista Elisabetta Guidobaldi al reporter del Tg1 Pino Scaccia, che ha presentato il libro, scritto con Miriam Marcazzan, “Nell’inferno dei narcos. Diario di un’italiana in Colombia in fuga per la vita”.
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
John Fante Festival 2016
Chiusura con l’omaggio a Dan Fante: un abbraccio lungo un giorno, il ricordo commosso di tutto il John Fante Festival, e con Victoria Fante Cohen, gli amici Davide Piccoli, Marco Vichi, Francesco Durante e Domenico Galasso che ha recitato la poesia “Il dio di mio padre”, poi il saluto dall’America del figlio di Dan e finale con il reading musicale di Vincenzo Costantino Cinaski, in collaborazione con lo Sponz Fest di Vinicio Capossela.
John Fante Festival 2016
Il John Fante Festival ringrazia tutti coloro che hanno preso parte a questa XI edizione e vi dà appuntamento al prossimo anno!

 

Rivivi la XI edizione del John Fante Festival sfogliando gli scatti della nostra gallery > QUI

 

[Crediti | Immagini: Antonino Antrilli]