John Fante Festival 2018

Anche quest’anno, il John Fante Festival, giunto alla sua XIII edizione, si è confermato un Festival letterario in crescita e di successo, registrando un aumento delle presenze.

John Fante Festival 2018
Tre giornate che hanno animato il borgo di Torricella Peligna per un’edizione dedicata agli 80 anni della pubblicazione di “Aspetta Primavera, Bandini” e alle vicende di Svevo Bandini: “un muratore italiano immigrato negli Stati Uniti che lotta per mantenere la sua famiglia e per uscire dalla precarietà lavorativa ci riguardano più che mai. Così come ci interpellano quelle del figlio Arturo, a disagio con la sua frazionata identità italoamericana.”
John Fante Festival 2018
Emigrazione e lavoro, quindi, tematiche che “ci aiutano a capire quella che è la nostra epoca, attraversata dalla crisi economica e in balia delle ondate migratorie che fanno approdare nella nostra Europa non numeri ma persone con una loro identità e dignità.”

Anteprima JFF2018Il Festival si è aperto con una speciale anteprima pescarese, il 23 agosto, che ha visto protagonisti i figli dello scrittore italoamericano, Jim e Victoria Fante, e lo sceneggiatore hollywoodiano Frank Spotnitz, grande appassionato di Fante.

John Fante Festival 2018Poi il 24 agosto, a Torricella Peligna, inaugurazione della XIII edizione del Festival con Francesco Durante, traduttore e curatore dell’opera di John Fante, che ha dedicato il suo intervento al romanzo “Aspetta Primavera, Bandini”.

John Fante Festival 2018Quindi a seguire i figli Jim e Victoria Fante accompagnati dal reading dell’attore Domenico Galasso.

John Fante Festival 2018
John Fante Festival 2018
Serata dedicata alla cerimonia di premiazione del Premio John Fante Opera Prima 2018,  con i finalisti Pietro Criaco (“Via dall’Aspromonte”), Eugenio Raspi (“Inox”) e Peppe Millanta (“Vinpeel degli orizzonti”) che è stato proclamato vincitore di questa edizione.

Peppe Millanta
John Fante Festival 2018
La cerimonia è stata presentata dalla giornalista Mila Cantagallo e vi hanno preso parte la direttrice artistica Giovanna Di Lello, il sindaco di Torricella Peligna Carmine Ficca, i membri della  giuria (Francesco DuranteMario CiminiRocco Ciciretti), i figli di John Fante (Victoria e Jim) e l’attore Domenico Galasso che ha letto alcuni brani tratti dai libri dei tre finalisti.

John Fante Festival 2018
John Fante Festival 2018
A seguire un altro Premio, quello alla Carriera/Vini Contesa per Francesco Durante, con l’intervento del produttore Rocco Pasetti e quindi il brindisi con i  “Vini d’Autore” dedicati a John Fante: ”Aspetta Primavera” e “Chiedi alla Polvere”.

John Fante Festival 2018La seconda giornata è cominciata con le “Memorie migranti” a cura della Fondazione Luciano Russi con Toni Ricciardi, autore del libro “Breve storia dell’emigrazione italiana in Svizzera. Dall’esodo alla nuova mobilità” intervistato dal giornalista Fabrizio Masciangioli.
John Fante Festival 2018
Quindi la presentazione del saggio di Maurizio Di Fazio, “Italian Job. Viaggio nel cuore nero del mercato del lavoro italiano”, con il giornalista e sindacalista Geremia Mancini.

John Fante Festival 2018John Fante Festival 2018Pomeriggio con il John Fante Festival in Rete, e a seguire, in Piazza Unità d’Italia l’incontro con lo scrittore Eraldo Affinati, autore di “Tutti i nomi del mondo” e fondatore della scuola Penny Wirton per l’insegnamento della lingua italiana ai migranti, intervistato dal giornalista RAI, Paolo Di Giannantonio.

John Fante Festival 2018
Tra gli altri appuntamenti del pomeriggio quello con il filosofo Umberto Galimberti, introdotto dallo psicoanalista Antonio Buonanno e in serata l’intervento del medico di Lampedusa Pietro Bartolo, autore di “Lacrime di sale” e tra i protagonisti di Fuocoammare di Gianfranco Rosi.

John Fante Festival 2018
John Fante Festival 2018
Chiusura con le parole di “Aspetta Primavera, Bandini”, il reading di alcuni brani a cura dell’attrice Silvia D’Amico e la proiezione del film “Le ragioni del cuore”/”Aspetta Primavera, Bandini” del regista Dominique Deruddere, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

John Fante Festival 2018L’ultima giornata del Festival si è aperta con la “passeggiata fantiana” nel borgo di Torricella Peligna insieme allo scrittore Alessio Romano, il musicista Marco Pellegrini e il torricellano Antonio Piccoli.

John Fante Festival 2018Nella mattinata anche gli appuntamenti con Rita La Rovere, curatrice della raccolta “Racconti d’Abruzzo” e il poeta Vito Moretti, e a seguire Annalisa Giuliani, autrice di “L’amore coniugato” e Melania Zizi, organizzatrice di Officine Culturali di Atessa.

John Fante Festival 2018Quindi intervista del professore Mario Cimini allo scrittore Alessio Romano, autore del libro “D’Amore e baccalà”, romanzo su Lisbona e la sua cucina.

John Fante Festival 2018

Pomeriggio nel segno della “Lezione su John Fante” con Luca Briasco, esperto di letteratura americana e poi digressioni psicanalitiche con Antonio Buonanno e lo scrittore Fabio Stassi, autore di “Ogni coincidenza ha un anima”.

John Fante Festival 2018
John Fante Festival 2018
John Fante Festival 2018
A seguire la presentazione dell’ultimo romanzo della scrittrice italoslovena Tatjana Rojc, “La figlia che vorrei avere”, intervistata dalla giornalista Maria Rosaria La Morgia.

John Fante Festival 2018
Nella serata spazio alla “letteratura in musica” con il concerto del cantautore Gianluca Lalli e il chitarrista Stefano Sanguigni.

John Fante Festival 2018Il John Fante Festival ringrazia tutti coloro che hanno preso parte a questa XIII edizione e vi dà appuntamento al prossimo anno!

[Crediti | Immagini di Antonino Antrilli, Oscar Innaurato, Carmelita Cianci]